Ecco 5 soluzioni per arredare una cameretta per 2

La cameretta con due letti a terra

Esistono diversi modi per arredare una cameretta per 2 rendendola comoda, accogliente, funzionale e anche vincente dal punto di vista estetico. In questa guida vi illustreremo 5 soluzioni perfette, cominciando da un evergreen: i due letti a terra.



Si tratta di una scelta adatta agli ambienti piuttosto ampi; è sinonimo di grande comfort perché non c’è bisogno di salire per raggiungere uno dei due letti ed è anche facile riassettarli entrambi. Massima è la libertà relativa al posizionamento dei letti; possono essere messi uno accanto all’altro, per esempio, oppure lungo due pareti perpendicolari.



Il consiglio, comunque, è quello di fare in modo che al centro rimanga lo spazio sufficiente per giocare e dedicarsi ai propri hobby senza ostacoli di sorta. In foto la composizione K08b di Dielle; i letti a sommier gemelli sono stati accostati alla boiserie tessile a muro. Notate le pannellature retroletto colorate, che vivacizzano ulteriormente l’ambiente creando anche un effetto isolante.

AVANTI TRENDSTORE - Victoria - Armadio con Ante scorrevoli in Legno Laminato, Molto spazioso, Disponibile in Diversi Colori. Dimensioni: Lap 170x196x60 cm (Marrone Chiaro - Bianco)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 242€


Il letto a castello

Il letto a castello Il letto a castello è un’altra soluzione che non passa mai di moda, anche perché permette di ottimizzare lo spazio disponibile e posizionare nel migliore dei modi gli altri arredi indispensabili quali l’armadio e la scrivania. Suggeriamo di scegliere comunque una struttura non molto alta e accertarsi che sia provvista della barra anticaduta.



Verificate anche che la scaletta sia solida e resistente: se si può fissare con appositi fermi, tanto meglio. Per quanto riguarda i colori, lo stile e i materiali, c’è davvero l’imbarazzo della scelta e facciamo inoltre presente che alcuni letti a castello sono dotati di cassetti e/o scaffalature.



Certo, non tutti apprezzano il fatto di doversi “arrampicare” per arrivare al proprio letto e innegabile è anche il fatto che rifarlo, sistemare lenzuola e coperte è un’operazione un tantino scomoda. Ma possiamo affermare che il gioco vale la candela e, d’altra parte, molti bambini amano avere il posto di sopra: diventa per loro una sorta di gioco.



In foto il letto a castello Nuk di Nidi: è possibile attrezzarlo con cassetti o con un letto estraibile, può avere una libreria al posto del fianco. Disponibili diversi tipi di scaletta.


  • cameretta I ragazzi crescendo necessitano di una cameretta diversa da quella che li ha accompagnati sino alll'età di 10 o 11 anni....
  • Illuminare la cameretta L’illuminazione cameretta deve essere organizzata nel modo giusto, affinché il bambino possa studiare o giocare in condizioni ottimali. E si deve tenere presente anche la notte, ovvero il momento dell...
  • Il colore delle pareti della cameretta. Per iniziare, ci si concentra sul colore delle pareti. Se si sceglie come colore il bianco, si può decidere o di colorare tutte le pareti con la vernice bianca oppure generare un contrasto ad esempio ...
  • La cameretta Barbie Tutto nasce da un gioco, dove l'armadio barbie è disponibile in varie versioni, vediamo di seguito cosa s'intende con questa definizione. Essendo Barbie una bambola che gioca con la moda, l’armadio de...

Movian, scrivania con 3 cassetti in stile moderno, modello Idro, 56 x 110 x 73,5 cm, colore bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,99€


Le soluzioni a soppalco

Le soluzioni a soppalco Se la cameretta è per 2 e non c’è molto spazio, si può prendere in considerazione la composizione a soppalco. Ci sono similitudini fra letti a castello e letti a soppalco, ma questi ultimi permettono un più elevato grado di libertà compositiva.



Non di rado, nella parte superiore della struttura, c’è la possibilità di affiancare al letto un mobile contenitore e uno dei moduli arriva fino al pavimento formando una vera e propria colonna.



Anche sotto, quasi sempre, si trova il modo per collocare un armadio, una cassettiera e/o una piccola libreria, dei cassettoni. Le scalette che completano diversi modelli, inoltre, sono composte a loro volta da vani contenitori e la capacità contenitiva dell’intera composizione, quindi, risulta davvero notevole.



Il design moderno e le più innovative tecnologie utilizzate durante i processi di lavorazione hanno permesso di alleggerire i volumi, rendere più sottili gli spessori senza pregiudicare la resistenza, quindi le camerette a soppalco non risultano più “imponenti” come una volta. In foto la camera MC019 di Moretti Compact.


La libreria bifacciale per separare lo spazio

La libreria bifacciale per separare lo spazio Cercate un’idea più originale per la cameretta per due? Vi suggeriamo allora una libreria bifacciale. Perfetta in primis nell’eventualità in cui si tratti di una stanza per un maschietto e una femminuccia: le loro esigenze sono diverse, si sa, e la libreria con due facce permette di creare due spazi quasi del tutto autonomi, con un buon livello di privacy.



La struttura stessa di questo tipo di libreria, inoltre, non toglie nulla in termini di illuminazione naturale e questo è un altro fattore molto importante. Suggeriamo quindi di mettere la libreria fra i due letti, ovvero perpendicolarmente rispetto all’armadio, e di completare l’arredamento delle due aree con altrettante scrivanie.



I bambini o i ragazzi, così, potranno convivere serenamente, giocando insieme o comunque interagendo quando ne hanno voglia e standosene per i fatti propri in altri momenti. Ma sempre vicini. In foto la composizione Smile 1 di Giessegi.


Ecco 5 soluzioni per arredare una cameretta per 2: I letti a scomparsa se lo spazio è poco

I letti a scomparsa se lo spazio è poco Oppure, se lo spazio è poco, si può risolvere il problema scegliendo per la cameretta per due i letti a scomparsa. Si tratta dei cosiddetti arredi trasformabili, che consentono di risparmiare un bel po’ di spazio e anche scansare il rischio che la stanza risulti caotica.



Molto gettonati sono i letti estraibili: grazie alle rotelle, si tirano fuori con un gesto semplice – e in pochi secondi - e lo stesso dicasi per l’operazione finalizzata a sollevarli per portarli alla stessa altezza dell’altro letto. Zero fatica.



Ci sono poi i letti a ribalta orizzontale e a ribalta verticale: richiedono un po’ di forza in più, però rappresentano soluzioni che meritano interesse, anche per quel che concerne il design e anche perché spesso il lato chiuso viene attrezzato come libreria o come scrivania. In foto la parete con letto a castello a scomparsa Kali Duo Standard di Clei.