Le nostre idee per dipingere le camerette

Disegni geometrici fai da te

Stai cercando idee per dipingere le pareti della cameretta? Allora sei nel posto giusto. Entriamo subito nel vivo della questione. Fra le soluzioni vincenti troviamo i disegni geometrici: danno movimento all’ambiente, vanno bene per i bambini molto piccoli così come per quelli più grandicelli e gli adolescenti, sono di grande impatto ma al contempo non stancano mai.



Si può optare per semplici linee, grandi o più piccole, oppure creare disegni un po’ più complessi, per esempio triangoli, esagoni, rettangoli; in alternativa, è possibile alzare ulteriormente il tiro dando forma a casette o montagne stilizzate, originali “incastri”, sagome – sempre stilizzate – di animali.



Se preferisci fare da solo/a anziché affidarti a un professionista, e quindi risparmiare, ti diamo una dritta preziosa: aiutateti con del nastro adesivo. Si tratta di un metodo infallibile per dipingere linee dritte. Fai attenzione all’abbinamento dei colori, non esagerare con la vivacità: è sempre la stanza dedicata al riposo e al relax.

Disegni geometrici per le pareti della cameretta

13Casa - Lilly A7 - Scrivania. Dim: 100,7x50,1x95,7 h cm. Col: Rosa. Mat: Nobilitato.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 118,21€


Disegni fatti a mano

I pois, nuovo trend per le pareti cameretta Se te la cavi a disegnare, puoi sfruttare questo talento per decorare le pareti della cameretta all’insegna della creatività e soprattutto della personalizzazione: il risultato sarà unico, nel vero senso della parola. I disegni più adatti? Personaggi dei cartoni animati, supereroi, animali (anche marini), piante, fiori, fattorie, paesaggi marini.



Ritieni di non essere all’altezza ma ti piacerebbe percorrere comunque questa strada? Puoi anche scegliere soluzioni basic che consentono di ottenere risultati più che soddisfacenti, per esempio nuvolette, soli, lune. E sappi che uno dei trend del momento, per quanto riguarda la stanzetta delle bambine, coincide con i pois colorati: realizzarli è di una semplicità disarmante.



Sappi, inoltre, che sempre più persone si rivolgono a giovani artisti di strada affidando loro il compito di creare murales: la spesa non è eccessiva e l’esito è davvero particolare. Scenografico. Scegli il soggetto insieme a tuo figlio o tua figlia, questo è importante.


  • Come dipingere la cameretta di un neonato Tutte le persone sono molto sensibili, sia consciamente che inconsciamente, ai colori. Perché i colori possono influire sull’umore e trasmettono sensazioni ben precise, alimentando i più diversi stati...

Kartell Componibili, Contenitore, Plastica, 2 Elementi, Blu, 32 x 32 x 40 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 78€
(Risparmi 6€)


Lo stencil, un’interessante alternativa

Lo stencil per vivacizzare le pareti della stanzetta Ti consigliamo di prendere in considerazione anche la tecnica dello stencil. Si tratta di mascherine fatte con carta o cartoncino che consentono di riprodurre le più svariate immagini: bisogna ritagliare gli spazi vuoti in modo che restino solo i tratti che compongono il disegno, poi applicare quest’ultimo sulla superficie, fissarlo con del nastro adesivo (di carta, anche in questo caso) e ricoprirlo di vernice servendosi di un pennello o una spugnetta. Le parti ritagliate fanno da guida.



Naturalmente, prima di procedere è necessario pulire con cura il muro e attendere che si asciughi. Lo stencil classico è nero, ma aumentano le proposte caratterizzate da altri colori. In commercio si trovano numerose mascherine, voperòlendo è possibile realizzarle anche da soli, magari cercando qualche spunto in Rete.



Animali, angioletti, alberi, elicotteri, automobili, stelline, fiorellini, lettere dell’alfabeto sono i soggetti più amati da bambini. Lo stencil, con la sua delicatezza, è perfetto anche per la camera di un neonato.


La pittura effetto lavagna

  • La vernice lavagna, idea vincente per la cameretta
  • Con la pittura lavagna i bimbi allenano la fantasia
  • La vernice lavagna è sicura ed ecologica
Fino a qualche tempo fa era un’opzione poco gettonata per quanto riguarda gli interni domestici; veniva utilizzata quasi esclusivamente per le scuole e le ludoteche; adesso invece rappresenta una scelta sempre più diffusa per la cameretta: ci riferiamo alla pittura lavagna.



Si stende come una vernice qualsiasi, utilizzando un rullo gommina. Con un chilo è possibile ricoprire una superficie pari a circa 15 mq. Si tratta di un prodotto sicuro ed ecologico che consente di “trasformare” la parete, appunto, in una lavagna.



Ciò significa che i bambini possono usare i gessetti per scrivere, disegnare, poi cancellare tutto con una comune spugna e ricominciare daccapo, in un gioco senza fine. L’impatto estetico è molto gradevole e il muro diventa, così, anche uno strumento per coltivare e sviluppare la fantasia.


Le nostre idee per dipingere le camerette: La vernice magnetica

La pittura magnetica, una bella novità E poi c’è un prodotto relativamente nuovo, che ancora conoscono in pochi: la pittura calamita. È una vernice a base di magnete, che forma sulla parete una sorta di scudo metallico il quale funge, appunto, da grande calamita e su cui è possibile attaccare gli oggetti più disparati, dalle fotografie ai post-it.



Prima di cominciare il lavoro è consigliabile agitare bene la confezione per rendere omogeneo il prodotto ed evitare che le particelle metalliche restino depositate sul fondo; è opportuno inoltre applicare due mani di fondo anziché una e poi tre mani di vernice magnetica, lasciando passare tra l’una e l’altra almeno 4 ore.



Prima di utilizzare la parete, inoltre, è bene aspettare un paio di giorni per essere sicuri che sia perfettamente asciutta.